Il Cert- PA ha rilevato tentativi di frode informatica effettuati via PEC ai danni di professionisti e pubbliche amministrazioni

Da alcuni giorni sono in corso tentativi di frode informatica perpetrati mediante false comunicazioni PEC. Per avvalorare la credibilità di tali comunicazioni, vi si riportano richiami ad AgID e ad altre amministrazioni, tra le quali l’Agenzia delle Entrate.

Si tratta di comunicazioni che vengono inviate agli indirizzi di Posta elettronica certificata tramite un allegato “.zip” contenente un codice malevolo (malware) in grado di compromettere i sistemi degli utenti.

Si raccomanda, pertanto, di non aprire gli allegati e di consultare i dettagli tecnici riportati nell’articolo: Diffusione sLoad via PEC rivolta a Privati e Professionisti.

Share on LinkedInShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone